Ma la Sardegna è un’altra cosa?

Non è solo quando compri i biglietti che compare, è già lì in agguato quando accenni al fatto che hai intenzione di farti le vacanze fuori. ‘Ma scusa — dice — tu la Sardegna la conosci tutta?’
Lui, leader naturale, evangelizzatore del popolo di Facebook, ogni estate ti insegna che non importa la potenza del mezzo, il mondo si visita per prossimità. E quindi perché dovresti andare in Grecia quando puoi andare a Carloforte? Sì, interessanti le teste dell’Isola di Pasqua, ma hai visto i giganti di Monte Prama? Già, bello Fjordland, NZ, ci hanno girato il Signore degli Anelli: ma a Masua ci sei mai passato?
Il tuo amico ti parla con lo spirito di chi va a insegnare l’evoluzionismo ai creazionisti. Sentenzia di quanto siano ‘tristi’ quelli che vanno a fare le vacanze alle Baleari, contesta il principio per cui uno possa voler vedere New York prima di Roma. Vaneggia di terre millenarie e ricche di storia, informazioni di seconda mano sia chiaro, ma per lui pare che le terre siano emerse con quest’ordine: la Sardegna, l’Italia e poi, ere geologiche dopo, tutto il resto. Una terra antichissima, dice il tuo amico. Paesaggi così non ce ne sono da altre parti, è disposto a santificare pure un angolo di campagna del Medio Campidano per restare coerente con se stesso.
Quindi basta aeroplani supersonici: si conosca almeno Bosa prima di andare da qualche altra parte. Servirebbero delle vite per viaggiare come dice lui, il tuo amico, ma d’altronde la Sardegna è un’altra cosa, quindi che bisogna c’è di biglietto, valigia e paglietta?
Ora voi, cari amici, avete già riconosciuto l’individuo e ci chiedete: che fare? È giusto odiare il tuo amico? Sì, senza dubbio. Ma noi del mondogaggio, non ne facciamo mistero, siamo gente snob. Ci basta leggere il primo commento ‘patriottico’ per voler emigrare e quando sentiamo qualcuno glorificare tutto ciò che sta fuori dall’Isola vorremo invece non andarcene mai. E soprattutto se leggiamo l’ennesima banalità sulla Sardegna-che-dovrebbe-vivere-di-turismo proponiamo di riedificare integralmente le mura della Città e guardare dall’alto i vani tentativi di invasione.

2 pensieri su “Ma la Sardegna è un’altra cosa?

  1. La mia curiosita’ e’ quella di sapere quanti leggeranno questo, annuendo furiosamente con superiorita’, per poi comportarsi esattamente da copione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...