Spotted-Unica, andare all’università per tornare alle medie.

Le scuole medie, terribile e obbligato percorso di vita. Ormoni che esplodono, innocenza che se ne va, bullismo vero. Così brutto che dà il nome a una sindrome, quella per cui qualsiasi opinione, anche la più stupida, diventa vera se supportata dal numero sufficiente di urla. Poi c’è quel rapporto con la sessualità che è sbilanciato fra chi è troppo avanti e chi troppo indietro, scopri cosa vuol dire “cuccare”, scopri che stare assieme a una persona alle volte può voler dire qualcosa di più che… semplicemente dirlo. Uno è così imbarazzato e insicuro — per definizione — alle medie, che ecco deve farlo: «chiedi a Silvia da parte mia se si mette?» «Oh, ha chiesto Paolo se ti metti».

Durano solo 3 anni, che però a quell’età pesano una vita, e poi sei libero. Lasci il quartiere, scopri un mondo nuovo, ti senti grande, cresci. Le superiori, che impresa, la patente, il diritto di voto, sei un adulto. Il grande passo si chiama immatricolazione, lo fai, entri all’Università, l’Università per gli adulti. I professori ti danno del lei, non hai le interrogazioni a sorpresa, sei padrone, magari lasci la tua città o paese, vivi solo. Insomma, la hai la tua bella dose di responsabilità da prenderti, puoi dirti adulto a tutti gli effetti.

Il palazzo scricchiola però. Ti inizi a chiedere com’è che all’Università, quella per gli adulti, si possa copiare a un test di piazzamento di inglese. Pianti disperati per ottenere un 27 anziché un 25, genitori che accompagnano ai test d’ingresso, infantilismo in biblioteca. Scricchiola eccome, ma non è da buttare. All’orizzonte ecco che si avvicina, senza che nessuno lo avesse chiesto, è la cannonata che colpisce alle fondamenta e al cuore: spotted. Viene da Gossip Girl e questo direbbe già tutto, come se non ci bastassero gli aspiranti-medici-perché-guardano-Grey’sAnatomy. È il punto finale del declino, il ritorno delle scuole medie. Cambiano i termini perché sì, in 8 anni e più qualche parola al vocabolario l’abbiamo aggiunta, ma è una rielaborazione del «chiedi a Silvia da parte mia se si mette?». Forse è peggio, perché Silvia almeno sapeva chi era a far chiedere all’amico che… Messaggi cifrati che vorrebbero romanticamente essere le maschere del ballo, sono le maschere di una pubertà mai superata. E a questo si aggiungono insulti, critiche, crastuli sulla pubblica piazza. Ecco, anche in questo le scuole medie erano meglio, con la rissa, scolastica versione del duello, a sistemare le cose come in una bella partita di hockey, dove non si fa niente senza conseguenze.

Perché non negare la fisica? A un’azione non deve corrispondere alcuna reazione, nel sistema-università. Forse schiavi della rete, gli studenti si celano nell’anonimato. Gli anni di apprendistato sono stati inutili, 20, 25 anni e ancora manca il coraggio di farsi avanti. Non ce la sentiamo di dare tutte le colpe al vaffanculo che è inciso sulla fronte delle cagliaritane, perché anche queste ricorrono all’anonimo commento. Lasciamo perdere educazione, cultura e tutto il resto: davvero in 15 anni di sistema scolastico le ragazze non hanno imparato che tutto ciò che serve per piacere a un ragazzo è — nel 90% dei casi — l’essere una ragazza?

Un pensiero su “Spotted-Unica, andare all’università per tornare alle medie.

  1. Salve, ho avuto modo di leggere molti dei sui articoli e non nego di averli trovati davvero interessanti, ma stavolta non mi trova d’accordo su un punto, secondo me non basta essere “semplicemente ragazze” in quanto così affermerebbe che una vale l’altra e questo implicherebbe uno scandaloso livello di superficilità che stona con il resto dell’articolo… 😉

    Bradamante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...