Dall’Eurogarden al bottellon: la Trasgressione cagliaritana.

La Cagliari cartacea si mostra in genere poco sensibile alle tematiche POP che sono care a noi di mondogaggio. Ogni tanto però, una sbirciatina su facebook e una conoscenza di seconda mano dell’underground cittadino fa nascere, nascosto fra spacciatori vari e tragedie inaspettate, qualche articolo interessante nelle pagine di cronaca. Così ci siamo imbattuti nell’anonimo pezzo che gridava al ma-chi-pensa-ai-bambini su un nuovo botellon in arrivo all’ombra di fra Ignazio. Come la vicenda del coinquilino di merda che organizza una festa in casa sua al grido di “portate molto alcol” ma non dà l’avviso ai coinquilini che lo scoprono su facebook, è proprio tramite il potente social network che l’allegro cronista scopre dell’evento e della sua minacciosa descrizione: portate l’alcol avanzato a capodanno.

Ma lo Sballo, a Cagliari, è stato sempre d’importazione iberica e TBC-friendly? C’è una Cagliari sotterranea, vogliosa di andare oltre, mal-vista dai ben-pensanti, relegata nella prima categoria della divisione manichea del mondo in drogati/non-drogati, che si esprime attraverso varie forme. Non è però una cosa da revi-party (cit.), ma molto più pulita, una ribellione giovanile in pillole, del tipo ogni-tanto-mi-sballo. Anche senza sballarsi, poi, la Trasgressione delle regole è una parte dell’adolescenza e di chi, fra una prevendita e un mojito, nonostante gli -anta, continua a voler essere tale.

La straordinaria testimonianza video, ripescata da uno che non conosciamo ma riteniamo amico, sullo Sballo dell’Eurogarden apre l’occhio POP di noi intelligentoni di mondogaggio a un facile parallelo, o a una rapida storia. Perciò più che soffermarci sul modo di vestirsi, che sa di: entra in un negozio, «salve, mi dà qualcosa di brutto?» «no, no, no… più brutto!», andremo dritti al punto: negli anni ’80 solo la discoteca permetteva di ubriacarsi o drogarsi lontano da occhi indiscreti (lasciamo da parte il discorso sulla roba più pesante). La scarsa tecnologia a disposizione dei villici faceva sì che “ciò che succede all’Eurogarden, resta all’Eurogarden”. Altro luogo di perdizione esploso con l’avanzare della subcultura hip-hop negli anni ’90 è rappresentato dal Terrapieno, a braccetto con le gallerie Ormus, nate probabilmente come versione cagliaritana di gallerie ben più famose, sono diventate rapidamente, favorite dal buio e dall’atmosfera di segretezza, ritrovo per breaker armati di cartone e pigne armate di stupefacenti di vario genere. Di ancora diversa natura le occasioni di Trasgressione offerte dai nuovi parchi e dai centri commerciali: andiamo a cuccare a Città Mercato, andiamo a cuccare al Colle o a Monteclaro. I parchi offrivano un luogo aperto ma lontano dalle masse perbene, dove cimentarsi nei primi esperimenti sessuali adolescenziali quando non si ha la macchina e non si può ancora andare a Marina Piccola, nello sterrato.

Alimentato però dalla massa di Erasmus (che a quanto pare, sono recentemente stati incoronati quali “la parte più istruita degli studenti sardi”) ecco arrivare dalla Spagna il botellon a scandalizzare la Cagliari che vorrebbe tornare agli anni ’80. Infastiditi dalle grida dell’estate al Poetto, si trovano ora di fronte allo spettacolo del Santo del Viale impiastricciato da scritte murarie (a tipo didascalia, poi). La pubblicità sulla rete dell’evento da una parte permette una più larga diffusione, dall’altra impedisce di girarsi dall’altra parte. Inflazionate le discoteche, ecco dove osare davvero.

E a Cagliari capita che un Viale che di giorno è simbolo della Cultura, del Potere, delle Professioni che dalla nascita della Repubblica guidano la città, ma anche là dove si formano, filtrano e tramandano le mode e il Buongusto, la notte diventa ritrovo di feste interclassiste, ma anche di clochard e devianti di varia natura. Dove la mattina si sciora, la notte si trasgredisce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...